Mario Brunello

violoncello 

Mario, per dodici anni e più di trecento serate nel “capanon”, una ex officina di un fabbro, ha perseguito l’idea di presentare l’arte, musica in particolare, nel momento della creazione, nel momento della forgiatura, prima del risultato finale, prima dello spettacolo. Lo spettacolo ad antiruggine è nel veder nascere l’opera d’arte. Essere a contatto con l’artista senza formalità e sentirlo raccontare i suoi perché, senza l’urgenza dell’esibizione.

Serate che nascono senza un preciso programma, si ospitano in amicizia grandi artisti disponibili a raccontarsi, così all’ultimo momento. Serate che nascono insieme al pubblico che diventa così un mini-mecenate privilegiato, con una serata unica e tutta per sé.