Francesco Bordignon

contrabbasso

Si avvicina allo studio del basso elettrico all’età di 11 anni per poi passare qualche anno dopo al contrabbasso sotto la guida di Lorenzo Calgaro. Le influenze jazz derivano dagli anni che lo vedono frequentare la scuola Thelonius di Creazzo (VI) con insegnanti quali Michele Calgaro, Danilo Memoli e Ettore Martin. Nel 2018 inizia gli studi di contrabbasso jazz presso il conservatorio “A.Pedrollo” di Vicenza sotto la guida di Salvatore Maiore. Nel corso degli anni partecipa a diversi seminari, in particolare con: Joe Chambers, Alex Sipiagin, Claudio Fasoli, Roberto Gatto, Rosario Bonaccorso, Sasha Mashin, Jorge Rossy, Paolino Dalla Porta, Stefano Battaglia, Aldo Zunino, Stefano Senni, Luca Colussi, Bruno Cesselli, Luca Pisani, Massimo Cavalli. Da qualche anno a questa parte partecipa attivamente nella scena jazz del nord-est italia. Ha collaborato con svariati musicisti tra cui Alex Sipiagin, Michele Calgaro, Giulio Scaramella, Max Trabucco, Marco Carlesso, Gigi Sella, Francesco Pollon, Marcello Abate e molti altri. Tra i principali festival in cui ha suonato si segnalano Umbria Jazz, JazzMi, Festival Nei Suoni Dei Luoghi, Monte Grappa Jazz Festival, Lac in Blue Festival ai quali si aggiungono diversi teatri e jazz club tra cui Teatro Olimpico, Teatro Camploy, Panic Jazz Club e Bar Borsa. Nel 2019 vince il Premio Delle Belle Arti, tenutosi a Napoli, insieme ai colleghi Pietro Mirabassi e Fabio De Angelis e nel 2020 si classifica primo col trio di Francesco Pollon al Tommorrow’s Jazz, concorso indetto da Veneto Jazz.