Dario Samarani

violino

Nato a Dolo (Venezia) nel 1996, si è diplomato in violino con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore sotto la guida di Andrea Vio presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Successivamente si è perfezionato con Amiram Ganz, Ilya Grubert, Salvatore Accardo, Marco Fornaciari, Stefano Pagliani. Si è contraddistinto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, risultando vincitore di primi premi e primi premi assoluti. Ha suonato in qualità di solista con la Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni”, l’Orchestra Classica di Alessandria, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza e l’Orchestra d’Archi “A. Steffani”. Si è esibito come solista e in varie formazioni cameristiche presso teatri, festival ed istituzioni concertistiche tra cui: Sala Verdi del Conservatorio di Milano (Serate Musicali), Teatro Ponchielli di Cremona (Omaggio a Cremona), Museo Revoltella di Trieste, Biblioteca Vaccheria Nardi di Roma (IUC - Istituzione Universitaria dei Concerti), Teatro Comunale e Palazzo Barbarano di Vicenza, Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (Chiave Classica). Nel 2020 è stato selezionato da Salvatore Accardo, insieme ad altri cinque violinisti, per realizzare l’integrale delle opere per violino e orchestra di W. A. Mozart, debuttando alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano per le “Serate Musicali” e incidendo l’Adagio KV 261 e i due Rondo KV 269 e KV 373, in uscita per l’etichetta “Movimento Classical” e già pubblicati dalla rivista “Suonare News”. Attualmente studia con Sonig Tchakerian presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.